Una nuova vita…

Quando il 12 giugno ho scritto che avrei iniziato una nuova vita, non ci credevo fino in fondo ma lo speravo con tutta me stessa.

L’operazione era andata bene, il decorso sbrigato in 3 settimane tra una medicazione e l’altra e tutto andava per il verso giusto! Il nuovo naso mi piaceva, mi sentivo meglio con me stessa e potevo finalmente ricominciare a uscire e soprattutto ad andare al mare 🙂

Poi un pomeriggio arriva una email da Milano ed è li che la mia vita ha iniziato a cambiare davvero: l’agenzia che tanto avevo seguito e tartassato di curriculum mi aveva scelta! Il 2 luglio ho iniziato a lavorare per Hagakure. Fino a settembre dalla scrivania di casa mia, da remoto. Ma da ottobre…


Milano!

La città dove ho sempre desiderato vivere finalmente mi ha chiamato, e io ho risposto subito e a gran voce 😉
Finalmente una casetta tutta mia, la mia indipendenza!

Quando dicevo di andare a Milano gli altri mi guardavano come se gli avessi detto che andavo in guerra. “Oddio vai a Milano… Auguri!” Non ho mai capito perché queste battute. Milano è bellissima! Ogni giorno mi affascina sempre di più con le sue strade, il suo rumore, i colori della sera… Sono curiosa di vederla sotto Natale, con tutte le luci colorate e gli addobbi 🙂

L’ufficio è fantastico. Bianco e arancione con il pavimento in legno. Enorme! Non saprei quantificare i mq 😛 e siamo in tanti, tantissimi (circa 60 se non sbaglio). Uno più simpatico dell’altro ma soprattutto uno più folle dell’altro! A quanto pare se non son matti non li voglio 😀

Sono tante le canzoni che mi accompagnano in questo viaggio. Non ce n’è una in particolare, ma se dovessi scegliere direi questa:

Sul sole, dei Subsonica. Non male eh? 😉

Da qui in poi, vi racconterò di tanto in tanto questi intramezzi di vita milanese legandoli, come sempre, alla canzone che li accompagna 🙂

A presto!

Il mio cane con tre zampe.

Tornano 2/3 di Prozac+ e si chiamano Sick Tamburo.

sicktamburoChi erano i Prozac+?
Se dico “Acidò Acidà” vi ricorda qualcosa?

Ora li ricordate vero? ;)Bene!

Dicevamo…
Ora non sono più i Prozac+, bansì i Sick Tamburo.

Qualche sera fa ero seduta davanti al pc a scrivere e intanto ascoltavo un po di musica su Mtv. A un certo punto inizia una canzone particolare. All’inizio mi attirato l’assolo di chitarra elettrica inziale così alzo lo sguardo incuriosità e mi trovo davanti 4 tipi con un passamontagno nero sulla testa che iniziano a cantare queste strofe…

“Rotto criminale
rotto poliziotto
rotto il cielo azzurro
rotto il bimbo col biscotto”

Giuro! Sono rimasta senza parole…
Continuo ad ascoltarla tutta e mi ha ricordato proprio un sacco la vecchia Acidò Acidà 🙂

Il testo della canzone è più o meno sempre uguale. Per la cantante è tutto rotto. Deduco quindi tutto ormai rovinato.

Gia rovinato… ma da cosa? Forse da noi? Da tutto quello che sta succedendo ultimamente?

Per la cantante si è rotto addirittura il cane… ora è rimasta con tre zampe.

E’ proprio questa la frase del testo che da il titolo alla canzone:

Il mio cane con tre zampe

Una recensione trovata da Youtube recita così:

Sick Tamburo è un disco duro col cuore tenero. Come se dietro ad un passamontagna da rapina ci fosse un bambino. Sick Tamburo mescola rock ed elettronica utilizzando sistematicamente il delay su cui costruisce cantati ipnotici e minimalisti. Il video è stato girato a Torino da Stefano Poletti il 15 marzo 2009.Sick Tamburo può essere considerato uno spin off dei Prozac+. La formazione vede infatti alla voce Boom Girl, al secolo Elisabetta Imelio, bassista dei Prozac+, e alla chitarra Mr. Man, alias Gian Maria Accusani, leader dei Prozac+.
Al loro fianco: Doc Eye alla batteria e String Face al basso
.”

I sick Tamburo si sono recentemente esibiti al “Mi Ami.” Festival della bella musica e dei baci tenutosi a Milano, dal 5 al 7 giugno.

Di loro dicono anche…
Due terzi dei furono (ma ancora saranno) Prozac +. Ora è Sick Tamburo. Rotto criminale, rotto poliziotto. Elettro rock, né metal né punk, denso di disagio e nervosismo. Gente che ha bisogno (di parlare) d’amore. Quel tipo di canzoni che ti infilano i topi nello stomaco. La lingua dura e cruda della vita, la poesia della provincia.

Direi proprio che tutti i torti non li hanno!

Io intanto vi lascio con il loro video…

Voi fatemi sapere cosa ne pensate. Vi piace non vi piace? Perchè?
Attendo notizie :).

Milano e gli “Eco Park”

La Milano ecologica.

Il 5 giugno, in concomitanza con la giornata mondiale dell’ambiente, la città ha ospitato un evento organizzato da “Lifegate Radio” intitolato “Eco Park”.
All’interno di parco Sempione, nel centro di Milano, sono state create otto oasi con dei palchi sui quali si sono esibiti artisti sia emergenti che noti.

L’evento concludeva “Talenti per natura”, iniziativa partita il 22 aprile che dava la possibilità a molti giovani musicisti, selezionati dal Centro Professione Musica, l’opportunità di esibirsi nelle principali stazioni sotterranee della metropolitana milanese.

Enea Roveda di Lifegate Radio ha dichiarato:

“Sarà una grande festa in mezzo al verde in cui si terranno moltissimi concerti. Oltre ai 20 finalisti di ‘Talenti per natura’, tra cui selezioneremo gli otto vincitori, si esibiranno anche Flavio Oreglio, L’Aura, Riccardo Sinigallia , Andrea Mirò, Franco Mussida e molti altri artisti affermati che sostengono questo progetto di sensibilizzazione ai problemi ambientali”.

Sempre Roveda ha affermato che tutta l’anidride carbonica prodotta dall’evento verrà compensata piantando alberi in alcune aree della Costa Rica.

Il premio che assegnato agli otto vincitori di “Talenti per natura” consisteva in una compilation di loro canzoni, presente sul sito Internet di Lifegate Radio, scarricabile gratuitamente.

Ecco un’altra iniziativa lodevole legata all’ambiente e alla musica. Un ottimo modo per far avvicinare la gente alla questione ambientale è proprio l’utilizzo della musica, mezzo di aggregazione e di coinvolgimento.

Ecco alcuni video dell’evento…
La qualità non è il massimo ma almeno potrete farvi un’idea 🙂

Buona visione 😉